username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Della mia condizione (tra realtà e alienazione)

A volte questa sensazione di vivere
un mondo surreale, in cui l'attesa del futuro
mi abbandona ad un destino incerto,
ad uno stato di gioia e d'esaltazione,
di dolore e di tristezza,
mi rende ancor di più cosciente
di quello che mi circonda, del mondo, delle cose,
della vita degli altri e della mia,
vite che appaiono in antitesi;
le une che ai miei occhi viaggiano a folle velocità,
l'altra che sembra immobile, in catene
e che si dimena per liberarsi,
per spiccare il volo,
quello della consapevolezza di me stesso.
Allora sì che sarò libero!

 

l'autore GIUSEPPE ha riportato queste note sull'opera

Questa poesia è una sorta di monito a recuperare la reale dimensione della nostra vita e del valore delle cose, sopraffatti da quello stato di alienazione che la società odierna ci ha imposto.


1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 22/04/2012 09:02
    scusami... volevo dire che scrivi in modo "essenziale" senza tediare. Ciao!
  • Anonimo il 22/04/2012 09:01
    La consapevolezza dell'ESSERE è saggezza. Non c'è età, né un momento preciso ma ognuno la percepisce a suo modo e non senza fatica. Sarà libertà, vero, quella dell'anima che si distanzia dalle cose. Sei una bellissima scoperta per me! sai scrivere in modo senza tediare.
  • Ferdinando Gallasso il 18/04/2012 08:48
    Mi piacciono moltissimo queste tue poesie e riflessioni così profonde e introspettive.
    Continua così!