accedi   |   crea nuovo account

Perché non ripassi?

Perché manchi all'appuntamento?
mi vengono i ragnetti sotto il mento,
perché hai paura del vento?
io, invece, sono più contento,
perché giochi a fare la snob?
conosco tutti i segreti del bob,
perché non la smetti di piagnucolare?
ti farò più bella
e poi, ti porterò a ballare,
perché mi dici : sei solo un parrucchiere?
non conto più del tuo "Lucentiere"?
perché mi lasci a cambiar di colore?
sii più allegra, a tutte le ore,
perché non vieni più spesso?
anche se al fuoco hai lasciato il lesso,
perché mi hai tradito con quello a fianco?
non lo capirò né punto né manco,
perché non ripassi?
sbalordirò i tuoi capelli grassi.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • franco picini il 16/04/2012 21:40
    Tanti perché che aprono i versi, in rima, quasi a concatenare una serie di contrappunti. Forse quei perché si alimentano delle tante incomprensioni che costellano la nostra esistenza? Forse, nonostante le incomprensioni, c'è ancora voglia di sbalordire quei "capelli grassi"? Forse sì o forse no, ma la poesia c'è ed è pregevole.
  • loretta margherita citarei il 16/04/2012 20:09
    molto simpatica piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0