accedi   |   crea nuovo account

Sogni che scaldano

Oh, inverno! Nottate di sogni belli, come il sole.
Invece, mio Dio: albe livide e mattinate grigie
cieli di piombo, stanze malsane, bui pomeriggi tediosi...
ed è già notte.

Oh, Sole! Mi appari in sogno;
un'alba radiosa
una mattinata tiepida, di passeggio bighellone
curiosando e sorridendo a volti sconosciuti

un magnifico ed interminabile pomeriggio
di luci calde e di colori eccitanti
di mani lisce e sincere
che s'avvolgono le une nelle altre.

Dita affusolate e bianche
s'intrecciano con altre, ambrate e forti
cuore mio non scoppiarmi in petto!
tempie mie, non esplodete

bella da star male
hai scelto me!? Stupido sei; stenti a crederlo?
Un tramonto dalle sfumature incredibili
che vorresti non finisse mai... mai... mai...

 

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0