username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Precarietà

Toccarla ogni istante
e rimanere sasso
innanzi al fruscio che sgretola,
disteso in un placido sorriso
come sereno s'abbandona il lago
così alla carezza della neve
come allo schiaffo della grandine,
umori fluidi del paesaggio.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 18/04/2012 20:55
    Assoutamente atttuale e vera. Drammatica. Piaciuta, con tristezza!

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0