PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sei penne e quattro matite

avevo sei penne e quattro matite
due penne si sono perse chissà dove
tre si sono asciugate al sole
una ad un tratto ha smesso di funzionare
poco male
ho ancora le matite per scarabbocchiare
una l'ha divorata un topo
due son finite nel camino
l'ultima sta li
è senza punta
non ho mai comprato un temperino
la lama mi spaventa
puó tagliare
a cosa serve il peso di una parola
se non viene trascritta su di un foglio
se hai una gomma cancelli un'emozione
useró uno scalpello
la incideró nel cuore

 

9
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 18/04/2012 17:40
    tenera e romantica nelle immagini di oggetti comuni assunti a protagonsti dei versi. poesia che si interroga sul peso delle parole attribuendo ad eese il ruolo importante di "tessere" di un probabile puzzle dell'animo del poeta specie nella chiusa in cui si esprime con una pennellata di puro sentimento che... "useró uno scalpello la incideró nel cuore" davvero dolce quest'ultimo verso. Complimenti, mi è piaciuta molto.

9 commenti:

  • Anonimo il 20/04/2012 15:50
    troppo bella ed originale... prenderò uno scalpello... la inciderò nel cuore... grande Terry
  • stella luce il 18/04/2012 22:46
    bellissimi versi Teresa... i tuoi versi restano impressi nel cuore e lì nessuno li può cancellare... bravissima
  • Anonimo il 18/04/2012 21:26
    Questa tua è fortissima! Originale e fantasiosa.
  • loretta margherita citarei il 18/04/2012 17:49
    molto originale la conservo con piacere
  • denny red. il 18/04/2012 17:18
    Si, a cosa serve..
    userò uno scalpello
    la inciderò nel cuore.
    Bellissima!! con una chiusa meravigliosa!
    Abbraccio..

  • Gianni Spadavecchia il 18/04/2012 14:45
    libera interpretazione nei tuoi comodi versi da leggere.
  • Bruno Gasparri il 18/04/2012 13:34
    Ma ora hai anche un computer.
  • Anonimo il 18/04/2012 11:33
    Già, e a cosa serve il foglio e le penne o le matite se non siamo capaci di pensare?
    Ma vedo che tu pensi ed anche molto bene e mi complimento con te! Bravissima Teresa.
  • karen tognini il 18/04/2012 11:19
    a cosa serve il peso di una parola
    se non viene trascritta su di un foglio
    se hai una gomma cancelli un'emozione
    useró uno scalpello
    la incideró nel cuore...
    e come sempre sai far danzare le parole in modo davvero originale... brava Teresa!!!!!!!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0