PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un fiore appassito

Venne il verde.
Attraversammo la strada.
La nostra panchina era li
ma questo poco ci importava.

Salimmo su un bus.
Da dentro notavamo che fuori
splendeva il sole ed era l'unica cosa
realmente essenziale in quel momento.

Scendemmo al suo capolinea.
D'un tratto la campagna
si apri intorno a noi.
Le foglie stavano ancora sui rami.

"A me quel tipo non mi è mai andato a genio" disse Lapo
"Già" disse Guido
"Già disse Giuseppe

Camminavamo lungo un sentiero
immerso nel verde primaverile
immerso nel proprio silenzio.

"Stava sempre sulle sue, era strano" Disse Lapo
"Già" disse Guido
"Già" disse Giuseppe

"Sant'Iddio ma avete notato la sua pelle? Il suo viso? le sue mani? Sembrava.. sembrava.."
"Un fiore appassito" dissi io
"E siamo noi quelli strani. Muore un amico e seppelliamo un fiore"

Nessuno disse più nulla.
Scavalcammo il grosso recinto in legno.
Ci mettemmo comodamente seduti
sotto un salice piangente che rideva.

Lapo tirò fuori dell'Hashish.
Osservammo per un istante la cartina
bianca come la pelle del nostro amico.

Fumammo in silenzio.
Inalavamo il fumo
cercando di non pensarci.

Lontano dalla morte
ci sentivamo tutti più vivi.

 

5
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 18/04/2012 20:33
    Ancora una bella poesia, nel tuo stile, che dire.. la crescita continua.
  • Rossana Russo il 18/04/2012 18:01
    Delicata, malinconica.. solo poche parole per descrivere la bellezza di questi versi.. mi hai davvero emozionata, complimenti

8 commenti:

  • Massimiliano Caldarone il 12/05/2012 04:42
    Bella... scusa ma..."matrix"... rifiuta un... Bella.

    Troppo... breve... come... commento.
  • Francesca La Torre il 09/05/2012 07:36
    Bellissima, poteva essere anche un bel racconto breve. Sei bravo.
  • Gianni Spadavecchia il 21/04/2012 15:04
    Lontano dalla morte ci sentivamo tutti più vivi. Molto molto molto apprezzata! Complimenti Stefano!
  • Anonimo il 19/04/2012 12:15
    "Lontano dalla morte
    ci sentivamo tutti più vivi"

    Una profonda verità, raccontata con un stile scorrevole e degno di un bravo poeta, mi inchino, ottima lirica!
  • Anonimo il 18/04/2012 19:16
    originale ste, ma nello stesso tempo profonda e sentita...
  • Anonimo il 18/04/2012 18:45
    Molto bella e intensa... piaciuta molto!!
  • STEFANO ROSSI il 18/04/2012 18:03
    ti ringrazio davvero Rossana. Sono contento. E grazie mille anche a Loretta.
  • loretta margherita citarei il 18/04/2012 17:59
    apprezzata molto complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0