PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chi è la più cliccata del reame?

Lo schermo è acceso
non ti resta che attendere in silenzio
l'apparire del tuo viso
definito in Pixel multistrato
gli occhi fluttuando tra bagliori
satina dettagli di atemporali ricordi
connessione confusa volutamente nascosta
in dipinta maschera di vuoto ossessivo.

Eppure insperati cromatismi di dolcezza
mitigano naturale stanchezza
che ha nostalgia dell'estate
accentuata dal sole che palpita
vivo, dilata nello spazio sottile
del tuo deserto urbano
fragile emozione trasparente
sciolta in musica chill-out
liquide note vibrano mescolando
in diacroniche visioni realtà confuse
in uno spazio dai colori ardenti
orizzonti di quotidiani paesaggi,
confondono con fantastici di altrui retaggio
tanto da sentirli sulla pelle tuoi.

Metafisici sogni
producono involucri in serie limitata
volti senza linfa, corpi senza testa
orbite scavate si perdono in simulacri trofei
in magica scena di René Magritte.

Ti abbandoni all'eco brusio prodotto dalla mente
alla disperata ricerca d'impossibile appiglio
nel nulla trasparente
brilla, muove iridescenti aloni rifratti dal reale
lo schermo in se è incapace di offrire amore
si apre in accecanti lampi
preludio d'antico ossessivo magico rito
come Grimilde ti specchi nel tuo nulla
mentre con altezzosa voce domandi:
"monitor, monitor delle mie brame
chi è la più cliccata del reame?"

La risposta è sancita da freddi numeri
che rifuggi senza alcuna speranza di realtà.

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/10/2013 04:38
    apprezzata... complimenti.

1 commenti:

  • loretta margherita citarei il 20/04/2012 20:10
    una persona come tu l'hai descritta m'appare un po flesciata, tanto bene psicologicamente non sta, scusami ma dico sempre quello che penso, c'è di buono che è scritta bene

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0