PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Questioni di tempo

Quanti anni ho?

Domanda sciocca.

Ho staccato il cordone,
quello ombelicale,
dal grembo del tempo.

Non m'interesso della sua disperazione,
ne ho a sufficienza della mia,
senza il suo assillo.

Lo specchio,
dietro la porta in camera,
riflette ciò che la mia mente
vuol vedere.

Cosa vediate voi,
m'importa poco,
direi nulla.

Cercate la mia età nelle parole,
se proprio ne siete interessati,
forse vi sentirete più giovani,
-o più vecchi-.

A vostra discrezione.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • vincent corbo il 18/08/2012 18:35
    Mi sento più giovane (leggendo questi versi-asparagi).
  • stella luce il 22/04/2012 22:21
    ... esatto domanda sciocca... e lo specchi riflette sempre quello che noi vogliam vedere... poco importa la nostra età il tempo passa uguale... poco importa se si è giovani e vecchi nell'età, ciò che conta è come viviamo il nostro tempo... bei versi...
  • Alessandro il 21/04/2012 19:03
    Riflessione con un pizzico di sarcasmo, sul tempo che ha perso valore, in quanto fonte di disperazione e null'altro. Piaciuta
  • augusta il 21/04/2012 14:54
    che dire... bella e la trovo anche un po' ironica...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0