accedi   |   crea nuovo account

Ritorno alla vita

infartuato il cuore,
in arresto
causa profonde, dolorose
terribili delusioni,
sedeva sulle sponde del Lete
in attesa del funesto nocchiero
per esser traghettato nel paese
dei morti.

Le tue dolci attenzioni
le tue calorose parole d'amore
defibrillano le sue atrofizzate
pareti
ed ora ricomincia a pulsare
nel vitale ritmo.

La terra dell'oblio e delle ombre
può attendere ora...

 

6
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 22/04/2012 11:02
    Fantasiosa in versi sublimi e di una musicalità eccezionale.
  • Salvatore Di Trapani il 21/04/2012 20:45
    Il cuore batte ancora, sul baratro che conduce al fiume Stige, nella terra dei morti. Un immagine molto bella che ben si accosta al ritornare a vivere per qualcuno che ci ha presi per mano e ci ha risollevati. Complimenti!

5 commenti:

  • Vincenza il 31/05/2013 14:20
    "La terra dell'oblio e delle ombre può attendere ora...", solo l'amore ha questo potere sulla morte, quando vuole
  • Elisabetta Fabrini il 21/04/2012 19:13
    Ma certo... il cuore continua sempre a battere anche quando sembra che tutto sia perduto!!
    Brava Lor...
  • Rocco Michele LETTINI il 21/04/2012 19:10
    Una chiusa encomiabile...
    CIAO LORETTA
  • Alessandro il 21/04/2012 19:04
    La terra dell'oblio può attendere ancora. I cicli vitali riattivati da un pulsare di tenerezza. Bel lieto fine
  • Anonimo il 21/04/2012 18:54
    Bellissima Loretta. Caronte resti pure dov'è. ***** Franco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0