accedi   |   crea nuovo account

Ancora non lo sai

Non ci siamo detti addio,
tra le antiche vie,
e i muri di pietra,
rischiarati da luci soffuse,
che lasciavano gli angoli bui.

Arcola, di storia e di pietra,
bagnata dalla piovviggine di primavera,
ci guardava,
dall'alto delle sue torri,
abbracciati d'amore.

Quello che era noi,
è rimasto là,
e come un sogno che non si ricorda,
non abbiamo sentito l'addio.

Di nuovo tu, di nuovo io,
in un viaggio non più nostro.

 

3
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • stella luce il 22/04/2012 22:15
    versi tristemente belli... i luoghi che hanno visto il nostro amore resteranno sempre fermi a ricordarci quello che è stato... mentre noi riprenderemo il nostro viaggio
  • Don Pompeo Mongiello il 22/04/2012 11:16
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua veramente tanto bella!
  • mariateresa morry il 22/04/2012 00:03
    Molto intensa e vera, questa tua, Aled.. ci sono luoghi dove due persone sono state e in quel modo soltanto vi rimarranno, qualunque cosa poi sia davvero accaduta "dopo"...
  • Anonimo il 21/04/2012 21:43
    Spesso in amore è così... ci si allontana e stranamente non ci si lascia comunque mai. Gli amori che finiscono hanno un loro "altrove" dove rimarranno per sempre. Versi molto sentiti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0