PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

O ti odio o ti amo

Stanco di parlar da solo,
di dar spazio ai piedi che da soli vanno;
al nessuno importa dove, al nessuno importa come.

Fioco il barlume di speranza,
spento il fuoco senz'aspettar d'esser riacceso;
al nessuno il mio pensiero, al nessuno la mia vita.

O ti odio o ti amo,
non mi permetto d'arrivare a nessun punto diverso;
al nessuno il divagare, al nessuno il dilungare.

Alla vista le diapositive,
quand'è che piove? quando sarò libero?
al nessuno nessuna domanda, al nessuno nessuna risposta.

Vuoi davvero una risposta?
Da chi, da te? Per chi, per te?
Sai realmente cos'è giusto?
Caldo o freddo, cosa senti? Morto o vivo, come ti senti?

Rido... nulla mi dà più fastidio,
piango... e vorrei non smettere più.
Al nessuno i miei capelli, ma il nessuno li merita, almeno?

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 20/02/2016 02:11
    molto bella... complimenti.
  • Salvatore Di Trapani il 21/04/2012 23:00
    Stupenda, come tutte le cose che sono scritto col cuore e con l'anima. E questa tua poesia si sente, forte, che è scritta con tutto il sentimento di cui sei capace. Ti odio o ti amo, a nessuno il divagare, a nessuno il dilungare. Nessuno è un termine che ricorre molto spesso nella tua opera, ma speriamo che il nessuno non sia una figura eternamente presente. Vedrai che qualcuno presto meriterà "i tuoi capelli" e piangi pure quanto vuoi, le lacrime finiranno prima o poi. Ancora complimenti, davvero molto apprezzata!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0