PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

ABISSO

I tuoi
Occhi
Come sipari
Si aprirono alla luce
Del mio
Mondo...

…Focalizzando…
…Indagando…
…Osservando…

Senza
Mai
Chiudersi
Al riposo
Vegliarono,
Controllarono,
Cullarono
Il mio
Sonno...

Al sole
Mi svegliarono
Come ipnotizzati,
Mi contennero,
Mi invitarono
A nuotare
In essi

Oh, si
Nuotare in essi,
Nell’acqua pura...

Nel tuo fermo,
Fiero,
Dolcissimo
e
Implorante
Mondo

Immenso lago
Profondissimo
Abisso

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • laura cuppone il 29/07/2009 19:26
    grazie infinite!
    Laura
  • Anonimo il 29/07/2009 18:46
    Che bella.
  • Arturo Vado il 08/09/2007 22:35
    E mi dici che sono poesia. E te allora? Questa poesia è una pregevole melodia. Brava, brava, brava.
  • Antonio Guizzaro il 23/06/2007 23:58
    Ancora l'appagamento, nell'amore. Molto bello, molto vero. La poesia non deve essere il crogiolo trito del dolore. Grazie, brava.
  • Diana Moretti il 22/06/2007 10:49
    occhi come specchio dell'anima e del mondo interiore.. interessante "implorante mondo".. evoca l'immagine dello sguardo innamorato accompagnato da sospiri..
  • Donatella il 21/06/2007 21:47
    Le tue descrizioni sono sempre il top, molto bello... controllarono, cullarono il mio sonno...
  • Anonimo il 21/06/2007 18:56
    Occhi, specchio dell'anima, occhi che esternano più di tante parole. Occhi che non mentono ne in positivo nè in negativo, nei miei l'abisso della verità. Bravissima, ti abbraccio, tua fedelissima lettrice.
  • roberto mestrone il 21/06/2007 15:08
    Molto profondi, attenti e protettivi questi occhi... che ti son sempre vicini!
    Brava Laura!
    Ro
  • sara rota il 21/06/2007 14:03
    Il lago è per me come un grande occhio nel quale specchiarsi per ritrovare un po' se stessi e quello che si è... Molto carina, soprattutto la fine... l'abisso con le sue acque e le sue paure...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0