username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cosa farne di me

Dimmi perché
mi hai dato un bisogno
che non vuol niente.

Dimmi perché ho un centro pulsante
che non so far ballare.

'E pesante questa mia voglia altalenante.
'E pesante questo mio pensiero balenante.

Inquieto muove senza meta,
famelico non posa.

Uno slancio stroncato
Un tronco mozzato
Questa son io: a metà.

Forse, un giorno
in un meriggio grigio
mi travolgerà
quel flusso di piena
che tende la mano al
lume che chiamo

col nome di

Faro.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 28/04/2012 01:31
    La tua e nostra imperfettibilità umana, espressa con questo sentimento finale positivo. Bellissima.
  • Anonimo il 25/04/2012 14:35
    davvero incantevole, lascia senza parole... kmq superlativo questopassaggio: "Dimmi perché
    mi hai dato un bisogno
    che non vuol niente."
  • Auro Lezzi il 22/04/2012 17:38
    Bhè io un idea ce l'avrei... Nel frattempo leggo ed applaudo. La poetessa è un frutto già molto maturo.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/04/2012 15:18
    Il pensiero balenante... è solo il cibo de la Tua età... Ti sazierà e poi... vita nova... e traboccar d'amor sognatooo!!!
    CIAO DIANA
  • agave il 22/04/2012 14:34
    Come capisco quanto sia pensante la tua voglia altalenante, questo percepirsi a metà, ti voglio assicurare che con il tempo, riflettendo su di te come stai già facendo, riuscirai a far ballare il tuo centro pulsante

13 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2012 11:33
    Ho apprezzato molto la parte da "Forse, un giorno..", probabilmente perchè più lirica e in qualche modo vicina al mio gusto. Francamente, però, questa tua poesia è davvero ottima, a mio parere, brava Diana, alla prossima lettura
  • mariateresa morry il 28/04/2012 21:25
    Hai reso molto bene il senso di sentirsi dimezzata, incompleta o incompiuta, eppure in movimento anche con un baricentro da assistare. Scrivi già molto bene, non puoi che migliorare davvero.. sii sempre te stessa, lo stile è questo... solo questo!
  • Diana Teggi il 25/04/2012 01:07
    Già sto ingranando. Le curo come è normale che sia, ma questo è il modo che mi viene più spontaneo, è stata una scoperta anche per me! Da affinare certamente e perché no fare anche diverso! Credo la ricchezza sia dovuta all'urgenza di dire qualcosa di significativo, di dirne l'essenza, almeno questa è l'intenzione!
  • Anonimo il 25/04/2012 00:49
    Colpisce il ritmo, sempre ricercato nelle tue poesie e sempre trovato, incalzante e ipnotico Uno stile che ha un che di scabro, secco, ma al contempo ricco; sorvegliato e ben costruito, ci metti molta cura, pare. Brava Diana, non male!
  • Diana Teggi il 24/04/2012 21:56
    Vas che piacere sentirti!!! Grazie per l'apprezzamento
  • vasily biserov il 24/04/2012 21:45
    Davvero bella Un faro che ti illumina e ti uccide, ti fa rimanere in attesa, ti lascia inerme... bella, bella
  • Anonimo il 23/04/2012 18:29
    Letta d'un fiato, poi esalato per ritornare indietro: la prima strofa mi piace veramente. Farsi trasportare dalle correnti però può anche portare lontano dal faro: meglio servirsi di quello che il destino offre, avendo bene in mente dove si vuole andare
  • Gianni Spadavecchia il 23/04/2012 15:00
    Molto piaciuta, ci leggo molta tristezza. Apprezzata, ciao!
  • Diana Teggi il 22/04/2012 17:31
    Ciao a tutti e grazie di cuore, mi avete davvero stupita!!!! Ora sono meno in appressione per gli "ante"...
  • mauri huis il 22/04/2012 16:51
    Apprezzabile sia l'inizio interrogativo che la chiusa montaliana. Sempre brava. Complimenti
  • Anonimo il 22/04/2012 16:34
    I tuoi passi.. son sempre col tempo giusto, luci e suoni son tutti in cerchio, la musica ti veste, la luce di un faro osserva incantata, è tempo di danze di balli di passi.. è notte è l'alba è Musica!
    Bella!! Diana, Intensa.. come la luce di un faro.. Brava!!
  • Rossana Russo il 22/04/2012 15:43
    Melodiosa e strabella Bravissima Diana
  • Anonimo il 22/04/2012 13:32
    Sccccc... Diana, sei in fieri e alla grande! La tua vita è appena agli inizi e già ti fai domande tanto profonde. Ogni tratto della nostra strada può avere un suo Faro. Versi intensi, di un'anima che si scruta in tutta la sua bellezza.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0