PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Patria Luna

Selene è la mia messaggera
dallo sguardo di ghiaccio
dai seni di tramontana
che vibrano di turgide stelle,
al pari del mio melodico respiro
che si innesta nella tua fame.
È la mia nudità a fremere
di edonistici gemiti
ad ogni tocco delle tue seriche labbra.
Imprimi il tuo corpo sul mio!
La tua forza sia la mia compagna
come la calliopea Afrodite
nelle affamati notti di Ares.

 

5
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • agave il 22/04/2012 19:21
    Apprezzata, combini bene l'eros saffico ad elementi poetici classici, devo dire che trascina

3 commenti:

  • Chiara il 22/04/2012 21:34
    grazie*-*... è la prima volta che faccio leggere questi versi a qualcuno... pubblicamente... grazie di cuore.. un abbraccio a tutti voi..<3
  • roberto caterina il 22/04/2012 20:12
    Mi piace questa ode dal sapore antico
  • loretta margherita citarei il 22/04/2012 20:01
    ottimi raffronti mitologici, brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0