accedi   |   crea nuovo account

Di più

Per l'ennesima volta rimasi stupita,
stupita da ciò che mi circonda,
dalla cattiveria gratuita,
dalla presunzione d'essere migliori...
Migliori di cosa?
Un gemito fugace rimbomba nella notte
accompagnato da mormorii
e tremende considerazioni.
Il quieto vivere era svanito...
Come il mio Paese
mi ritrovo lacerata e ferita...
Ferita nell'essenza
imprigita, impoverita
svuotata d'ogni ideale...
non v'è rimedio all'ignoranza
che mi sta aggredendo!
Delusa e sventrata
Ma mai finita!
È il tempo di reagire,
di combattere.
Non bisogna mai arrendersi!
Aprendo il nostro cuore
ritroveremo noi stessi...
Sarà così che muterà la nostra anima
e solo così, infinito sarà il nostro amore.

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0