username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Giornataccia

oggi ho messo un bottone
occhiali in punta di naso
e l'ago
tra la finestra e gli occhi

gli occhi tuoi
mancano
parola e silenzi
in giardino
mancano
foglie e assenzi

le fughe i ritorni
il fitto scade
crosta sui muri
e piatti sporchi

tuo padre muore
in ospedale

attacco un bottone
al mio funerale

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • sabrina balbinetti il 29/07/2008 21:53
    bellissima l'immagine nell'atto di infilare l'ago(intruso)tra la finestra e gli occhi... bello e commovente anche il resto. bravo
    ciao sabry
  • Anonimo il 23/06/2007 11:20
    Come contrasta questo bellissimo testo con la voglia di vivere che mi pulsa dentro, rinforzata da una giornata di splendido sole. dopo un funerale segue sicuramente una rinascita. nel
  • Carlo Diana il 21/06/2007 22:13
    ringrazio tutti, molto apprezzati i commenti.
  • Antonio Pani il 21/06/2007 17:46
    Anche ombre nel nostro cammino, tu descrivi la tua esperienza in modo intenso e toccante. Immagini essenziali ed importanti. Forza... a rileggersi, ciao.
  • roberto mestrone il 21/06/2007 15:45
    Poesia carica di un bagaglio di tristezza coinvolgente:
    Triste constatazione della caducità della vita...
    Bravissimo Carlo!
    Ro
  • laura cuppone il 21/06/2007 14:36
    10...! non dico altro... L
  • sara rota il 21/06/2007 13:56
    Mi è proprio piaciuta e mi ha commosso, soprattutto la parte finale...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0