PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Apologia d'un distacco

Vorrei che ti svegliassi dal sonno,
così da riprender la parole che furono tue
e che per immane tempo ascoltai.
Troverei poi le note adeguate,
perché i tuoi lemmi, divenissero canto;
qui non potrei darti un posto dove stare,
se non un riparo dentro al mio cuore.

 

7
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • francesco giuffrida il 03/08/2012 17:14
    c'è poco da dire... davvero bella. complimenti.
  • ernest il 21/05/2012 13:55
    bella dedica, lessico ricercato
  • Doriano Aquino il 27/04/2012 10:50
    Bellissima e toccante poesia.
  • Alessia Torres il 24/04/2012 17:08
    Un riparo dentro al cuore è sempre un bellissimo segno d'amore...
    Malinconicamente dolce!
  • loretta margherita citarei il 24/04/2012 16:06
    molto bella complimenti fabio
  • Anonimo il 24/04/2012 14:03
    Gli ultimi due versi racchiudono tutto il desiderio e l'impossibilità di rivolere accanto chi ci ha lasciato. Magari ci si potesse svegliare anche solo per un attimo in cui magari finire un discorso interrotto all'improvviso. Comunque poetare sereno, dolce, pacato... bellissimo leggere!
  • Anonimo il 24/04/2012 12:50
    Sentita e condivisa profondamente!!!
  • stella luce il 24/04/2012 10:10
    versi dolcissimi... il distacco da una persona che amiamo è sempre doloro, non vorremmo avvenisse mai... ma lei resta per sempre viva nel nostro cuore...
  • Anonimo il 24/04/2012 08:58
    La forma verbale che usi rende la poesia piacevolmente interpretabile. Molto bella se pur triste, nel suo nocciolo. Un abbraccio

    Sabrina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0