PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mio presente

Non un po' di sereno
O primavere
Che possan far sbocciar
Qualche mughetto
Ne' brulli spazi.
Solo, soltanto venti
Sferzan
Gelidi, su me inerme.
Il mio presente?
Scorre ne l'uggia
D'albe infinite.

 

5
9 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • GiulianoTonolo il 29/04/2012 16:05
    Una poesia che fa centro al primo colpo se è vero che dopo averla letta ti ritrovi nudo e senti sulla tua stessa pelle il gelo di quei venti sferzanti... Qui non si ritrova alcuna speranza se non quella effimera che si ripropone in infinite albe. Maestosa nella sua semplicità e perciò tremendamente bella. Complimenti!
  • Anonimo il 27/04/2012 21:51
    Una poesia che fa centro al primo colpo se è vero che dopo averla letta ti ritrovi nudo e senti sulla tua stessa pelle il gelo di quei venti sferzanti... Qui non si ritrova alcuna speranza se non quella effimera che si ripropone in infinite albe. Maestosa nella sua semplicità e perciò tremendamente bella. Complimenti!
  • cristiano comelli il 25/04/2012 15:25
    Le sue poesie sono proprio deliziosi mughetti in fiore. Bravo.

9 commenti:

  • silvana capelli il 24/07/2012 17:41
    Rocco la poesia è molto bella, ma su con la vita il sereno c'è anche il sole che fa sbocciare i mughetti profumati di tante albe colorate di rasa. Auguri! un caro saluto,
  • Anonimo il 29/04/2012 20:29
    I poeti esigenti hanno il presente disadorno. ***** Franco
  • stella luce il 26/04/2012 16:36
    Possibile che vi siano solo gelidi venti, o albe uggiose??? I tuoi sono bellissimi versi ma inpregnati di una solitudine che io non vorrei leggere... spero siano solo versi...
  • Anonimo il 25/04/2012 19:35
    Abbiamo tutti un potenziale... quello di influenzare se stessi e quello che ci circonda, nel bene o nel male. Sorridi e vedrai improvvisamente un gabbiano spiccare il volo; piangi e tutto il sole che ti si riversa addosso ti procurerà brividi. Il presente è l'attimo che sentiamo ma non l'attimo che è!
  • Don Pompeo Mongiello il 25/04/2012 14:12
    Un laudo sincero per questa tua veramente tanto bella!
  • Anonimo il 25/04/2012 14:09
    La poesia è molto bella. Il presente, senza alcuna prospettiva è sempre un susseguirsi di uggiose albe.
  • Alessia Torres il 25/04/2012 14:04
    Venti gelidi sulla vita che scaldano con i miti colori dell'alba...
    Bellissimo in particolare l'ultimo verso!!!
    Altamente significative le tue parole...
  • karen tognini il 25/04/2012 12:38
    Bellissima Rocco... Il mio presente?
    Scorre ne l'uggia
    D'albe infinite.

  • Anonimo il 25/04/2012 12:34
    bella introspezione rocco accompagnata da meravigliose metafore.. un belm poetare... bravo... ti abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0