PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rinascita

Solo in questa stanza
colpito dai pensieri e dalle paure
afflittemi da questo silenzio
che solo il fruscio del vento riesce a trafiggere,
mi fermo ad ascoltare il mio respiro,

solo adesso riesco a comprendere
la sofferenza della solitudine,
pari alle pene dell'inferno,
nella disperata ricerca
di un'incontro magico,

troppo tempo passato
a far compagnia a me stesso,
mentre intorno,
raffiora felicità
e spaziano sorrisi,

ora è giunto il momento di cambiare,
di vivere.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Argeta Brozi il 18/08/2006 15:44
    Ricorda che : non c'è peggior cosa di chi non riesce a rimanere solo con se stesso.
  • Argeta Brozi il 18/08/2006 15:44
    Ricorda che : non c'è peggior cosa di chi non riesce a rimanere solo con se stesso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0