accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

L'aria fresca del mattino mi solletica la pelle
Le cime ancora innevate mi ricordano l'inverno
L'infinito paesaggio non dà ostacoli allo sguardo
Il cuculo ancora non ha trovato la sua pace
Il picchio prepara il suo nido
La cornacchia risponde col suo gracidare

In tutto questo resta fermo il mio pensare
a come l'uguale appare diverso ogni giorno
alle schegge di uno specchio rotto
capace di riflettere mille volte l'essere.

Arriverai e sarà di nuovo Luce.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele De Masi il 27/04/2012 10:42
    Niente è mai uguale al giorno di ieri, e sarà sempre diverso da quello di domani. È proprio questo il bello della vita: la sua diversità che produce speranza. Anche questa mi piace molto, complimenti Stella.
  • Rocco Michele LETTINI il 27/04/2012 09:26
    Passi prescritti... e tanto interesse al la poesia de l'aperta campagna... È unico il riflettere de l'ora mattutina...
    Lodevoli i Tuoi fotogrammi ne la natura...
    Il mio plauso...
    STELLA
  • Auro Lezzi il 26/04/2012 16:32
    Ecco così mi piace tutto e di più...

10 commenti:

  • Anonimo il 27/04/2012 10:20
    Mi piace la tua scelta di non dare un nome, un titolo a questa meraviglia di poesia, l'hai resa libera di espandersi e di volare!
  • Anonimo il 26/04/2012 22:32
    Molto sentita e bella, perchè vera, Stella. Comprendo benissimo il tuo stato d'animo... osservare... meditare sulle cose, sono sensazioni intense.
  • Marco Belsette il 26/04/2012 19:42
    è bellissima... ora ti leggerò più frequentemente, sei bravissima. Complimenti.
  • luigi granito il 26/04/2012 19:37
    E come se stessi affacciato alla finestra e guardassi il panorama con i tuoi occhi, e sentissi la natura con i tuoi orecchi.
    E quei frammenti di vetro che moltiplicano la tua anima sono un verso di genialità
    Un abbraccio Gi
  • Vilma il 26/04/2012 19:09
    questo tuo osservare ti ha fatto scrivere bellissimi versi... complimenti
  • stella luce il 26/04/2012 19:03
    questi versi sono usciti da delle passeggiate che devo fare ogni mattina a seguito di un mio piccolo problema... io vivo in montagna e faccio sempre la stessa strada, ma ogni mattina vedo qualcosa di diverso nel paesaggio e nelle cose... eppure è sempre quello del giorno prima... così siamo noi sempre gli stessi nell'aspetto ma sempre così diversi nel nostro cuore, umore essere... come tante immagini che si riflettono in uno specchio rotto... grazie a tutti un abbraccio forte
  • denny red. il 26/04/2012 18:34
    Certo che arriverà, tutto è sempre ad un passo.. è sarà di nuovo luce. Bella.. Bella! Stella Luce, Ben Scritta! Un Abbraccio...

  • Gianni Spadavecchia il 26/04/2012 16:23
    le cose mutano, cambiano, in continuo movimento. Ma il pensare rimane immobile.
  • Ellebi il 26/04/2012 13:51
    Anch'io l'ho apprezzata soprattutto per quell'intuizione che "l'uguale appare diverso ogni giorno". Saluti
  • roberto caterina il 26/04/2012 13:25
    L'uguale appare diverso ogni giorno, hai ragione.. Apprezzata..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0