PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiore di Marzo

Di una luce che sale dall'anima
i tuoi occhi risplendono
che, intimoriti, le cose belle
del mondo mirano;
né un turbamento né un passione
il tuo dolce viso ripensa,
né la tua bocca alcun suono proferisce
delle dolci corde dell'arpa.
La tua pelle del color dell'ambra
è dolcemente tinta,
e delle poche parti del corpo
lasciate libere dalle tue vesti
i miei occhi si innamorano;
e il mio sguardo fugge rifugge e si allontana
per poi posarsi e riposarsi
nello spazio di un attimo,
sperando illudendosi di cogliere
quello che il tuo viso non dice.
E il momento dell'addio si ritrova
puntuale e sofferto;
e l'ardore del pensiero lascia il posto
ad una nuova illusione futura,
che sarà più vivida e attesa
nel dolce ricordo della sera.

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/04/2012 09:00
    Una chiusa da immortalare ne l'Olimpo del romantico... Il mio plauso... GIULIANO

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0