PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Benvenuta

Dopo settimane finalmente mi sono spogliata
ti ho veduta là in tutta la tua durezza
obliquamente mi deturpi il corpo
portandomi sempre a ricordare il tuo dolore
come se già non bastasse il rammentare la causa
del tuo arrivare.

Livida mi hai lasciato la pelle
sempre ti avrò sulle mie carezze
cercherò di mascherarti per non dare spiegazioni
cosa che già devo fare ai tanti che voglion sapere
proverò a dimenticare chi tu mi porti
invece alla mente.

Che tu sia gioia o tormento
solo il tempo lo dirà
comunque da oggi sei arrivata al mio vedere
oltre che al mio toccare.
Benvenuta al mio cospetto
ma sappi che non sei certo un mio diletto.

 

l'autore stella luce ha riportato queste note sull'opera

... il mio benvenuto è dato, in senso ironico, ad una cicatrice a seguito di un mio intervento...


6
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/04/2012 08:37
    Guardala... come una spilla d'oro che Ti illumini nel cammino... e Ti rendi ancor più bellaaa!!!
    L'importante è ritrovare la gioia di vivere... e il passato "pur doloroso" lascialo marcire ne l'oblio...
    Il mio plauso... e il mio augurio che... resti solo una cicatriceee!!!
    STELLA
  • Rossana Russo il 27/04/2012 00:56
    Molto bella e anche un po' sentita

8 commenti:

  • stella luce il 01/05/2012 22:03
    grazie a tutti... un abbraccio
  • Anonimo il 30/04/2012 10:11
    Cara Stella, come ti comprendo... ma anche questo farà parte di te... per sempre.

    Condivisa e sentita.
  • karen tognini il 27/04/2012 09:04
    Piano piano la vedrai sempre meno.. e poi te la scorderai... io ne ho diverse sul mio corpo... sono passata da due importanti operazioni... sono piccole ma ben visibili... pero' non me ne faccio un cruccio...
  • Anonimo il 27/04/2012 08:24
    Che bella! e profondamente condivisa la tua. Anch'io, da anni, convivo con una lunga cicatrice. Oggi ancora a ricordare, oggi ancora a tenermi tra i suoi intrecci di paura. Ciao
  • loretta margherita citarei il 27/04/2012 05:26
    originale molto piaciuta
  • Marco Briz il 27/04/2012 00:22
    Fantastica... brava
  • Anonimo il 27/04/2012 00:00
    Pensavo a qualcosa di peggio; ad una violenza subita per esempio. Il titolo ironico che hai dato a questa poesia dedicata dimostra che sei una donna forte e di carattere. ***** Franco
  • Aedo il 26/04/2012 23:46
    Poesia molto originale. Solo con una dose d'ironia si possono accettare anche le cose non piacevoli. Brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0