accedi   |   crea nuovo account

Semplicemente Incapace

Porto sulle labbra un semplice sorriso,
figlio di un espressione sul viso
che non mi appartiene.

Come un povero mentecatto,
mi privo di ogni pianto
e mi limito a respirare.
Nella notte, non respiro più.

Ho bisogno di fumare,
ho bisogno di urlare con forza
questo mio dolore.

Io non piango, non posso farlo.
Mi limito semplicemente a soffocare,
come un bambino che annega
e non sa più nuotare.

Mi dispiace, cosa posso dire?
Chiedo perdono,
sono piuttosto incapace.

Le ironiche parole di questa canzone,
mi accompagnano in silenzio.
E mi ci ritrovo e da loro sfuggo,
sono solo un pazzo.

Ho bisogno di respirare,
la mia aria non c'è più.
Cosa posso fare?

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/04/2012 09:55
    davvero una lettura attanagliante! Bravo...
  • Rocco Michele LETTINI il 27/04/2012 19:36
    TUTTO IL TUO DOLORE FIRMATO NELL'INTERROGATIVO DI CHIUSA...
    PROFONDO IL TUO POETARE... LASCI SEMPRE IN ME UNA STILLA DA ASCIUGARE...
    CIAO SALVATORE
  • Rossana Russo il 27/04/2012 18:29
    Struggente e stupenda piaciutissima! Spero torni presto a sorridere un abbraccio

1 commenti:

  • mauri huis il 27/04/2012 19:25
    Scrivi dei tuoi guai e delle tue speranze, dei tuoi sogni. Non sei incapace, sei solo bloccato. Ps: cambia la foto. Mettine una dove sorridi. Così comincierai a sorridere a te stesso. Forza e coraggio, dai!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0