accedi   |   crea nuovo account

Il rabbuiarsi

Nuvole fredde
assaltano il tuo volto
dove mai lacrima cadde,
dove muore lo stolto.

Non so il motivo
di tale nebbia
ma il tuo viso giulivo
fa posto alla rabbia.

Eppur sei mistero,
non concedi parola
o acqua al forestiero
che nel ciel ti colora.

Il tuo nome conosco
ma non so chi sei
e son perso in un bosco
schiavo di lei.

 

4
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 28/04/2012 20:42
    L'ombra delle cose non dette! Chiarirsi è l'unico modo per cacciare fastidiose ore!