PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come soldatini

E si creano strade,
tantissime strade,
fosse di secca rugiada,
imprendibili lacrime di rimpianti,
strofe ubriache, ancora sognanti.
Ma il nulla ci distrugge
e noi, inesorabilmente deformi,
senza volto, ignari della noia che
é scritta nelle nostre disgrazie,
turbati da semplici e
desiderate parole,
moriamo nel nostro trionfo,
come soldatini irrequieti,
come marionette,
solo perché accade
necessariamente.

 

4
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/04/2012 13:58
    quanto è triste, vere e perfetta questa tua!

3 commenti:

  • Anonimo il 05/05/2012 20:14
    Le parole hanno armonia, è un piacere scorrervi gli occhi sopra. Il mio limite è la comprensione: si sa che chi legge atribuisce un significato per creare un contenuto, non necessariamente uguale a quello di chi ha concepito. Però, in questo caso, non sono riuscito a creare nessuna immagine. Avrà un significato queta tua, ma io non riesco ad attribuirgliene alcuno. Credo mi debba mettere il cappello da asino...
  • Anonimo il 04/05/2012 13:50
    bella lirica lyuana e... molto vera...
  • Vilma il 29/04/2012 13:35
    versi tristi e molto significativi, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0