username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il gatto

Il mio gatto con aria allegra saltella e mi si accoccola,
mi sveglia la mattina e mi segue per la casa..
anche solo per un po' di compagnia.
Io quando ha fame gli riempio tutta la ciotola,
ma lui non soddisfatto miagola.
Fino a che non vede che lo vado a scortare nel luogo del suo cibo
lui non mangia.
Allora lo accarezzo,
faccio finta poi di avere qualche impegno e mi allontano.
Lui è lì ancora che mi segue..
se scrivo al pc punta il monitor con aria intellettuale;
se vado in bagno sale sulla lavatrice;
se mi vede la sera tardi ancora sveglio
mi guarda fermo con aria impertinente,
poi protesta con il linguaggio che è di sua competenza
e quando finalmente ha attirato la mia attenzione
si incammina verso il letto sui ci andiamo a coricare.

Poi lo vedo a strusciarsi con il cane,
piangere lacrime quando qualcuno gli fa male,
ingelosirsi se io od altri preferiamo a lui un altro gatto.

Di fronte a tutto questo bel vedere
come potrebbe andarmi di affermare
che l'animale, portatore di anima nel nome,
non lo è anche di fatto nel suo corpo?

Sarà lui che non si è fatto ben capire col suo troppo miagolare
o siamo noi che col nostro fare austero siamo bravi solo a umaneggiare?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 29/04/2012 17:59
    Ho avuto un gatto che, per i diciassette anni in cui ha vissuto con me, mi ha onorato della sua presenza nella mia vita, quindi si immagini come io possa sentire molto vicina a me la sua riflessione in versi. Il fatto è che gli animali domestici, cane e gatto quindi (ora ho un cane) sono praticamente persone che si trovano in altra veste a loro attribuita dalla natura; conoscono il nostro gioire e soffrire e ne sono partecipi in un modo talkmente totale che neppure noi riusciamo a coglierlo del tutto; personalmente, e non esagero, la mia vita non sarebbe la stessa se non avessi avuto la luce della mia micetta prima, del mio cane ora scomparso e di quello per fortuna vivo e vegeto. Io non potrò mai ringraziare abbastanza gli animali di essere con me nel mio destino. Cordialità e complimenti.

11 commenti:

  • Alessia Lombardi il 12/05/2012 15:16
    Io adoro i gatti, come ogni poesia su di loro..
    La tua è davvero bella.. semplice ma ha reso a pieno l'idea dell'amore per il tuo gatto
    Complimenti
  • Anonimo il 09/05/2012 03:19
    Grazie mille Maria sono contento di essere stato promosso stavolta che bello, deve essere un tipo che sa il fatto suo allora! in ogni caso grazie.. un pensiero amico, qualcuno che porti avanti la stessa idea, fa sempre piacere
  • Anonimo il 02/05/2012 19:15
    Molto bella l'idea di dedicare una poesia al tuo gatto, bravo Marco! Anche io ne ho uno, e nei tuoi versi me lo ritrovo pari, pari! Mi piace molto la chiusura "l'animale portatore di anima nel nome.." Hai proprio ragione in proposito! Complimenti
  • Marco il 01/05/2012 20:55
    È stata una vera gioia per me leggere la sua esperienza Cristiano, mi ritrovo in tutto quello che ha detto. Le sue parole sulla forma animale intesa solo come "veste" di questi nostri piccoli amici e la sua storia con la sua micetta il cane scomparso e quello attuale, seppure solo enunciata ma lasciante intendere un gran sentimento, mi ha davvero toccato in quanto immagino perfettamente ciò che può essere e possa essere stato. Mi fa veramente piacere, anche se non la conosco, poter condividere con lei questa sorta di "vissuto simile". Specialmente in un tempo in cui parecchi ancora li maltrattano e non capiscono quanto e cosa ci possa essere nei loro piccoli cuoricini. Grazie a lei per ciò che ha scritto.. veramente veramente bello
  • Marco il 01/05/2012 20:33
    ed io non posso esimermi dal dirti che mi fa davvero piacere che il pensiero sia condiviso grazie rosaria!!
  • Marco il 01/05/2012 20:31
    sono contento grazie loretta!
  • rosaria esposito il 29/04/2012 20:49
    non posso esimermi... proprio, non posso...
  • loretta margherita citarei il 29/04/2012 16:13
    adoro i gatti, molto apprezzata
  • Marco il 29/04/2012 14:30
    sì hai ragione... forse ho espresso un po' male il concetto.. volevo intendere che dire che un gatto come qualsiasi altro animale tipo un cane o un cavallo non abbia anch'esso un anima mi sembra un po' un paradosso. Però capisco che come punto di vista sia alquanto discutibile.. grazie ancora
  • Marco il 29/04/2012 14:27
    ti ringrazio
  • Ugo Mastrogiovanni il 29/04/2012 13:57
    Mi piace quell'umaneggiare e anche come hai descritto il tuo gatto, ma non è detto che debbano piacere a tutti!