accedi   |   crea nuovo account

Simonetta è morta ancora

Innocente,
ancora il fiume ricamato dal tempo
di un processo che missione aveva,
di farsi ragnatela di definitiva verità,
si è disciolto
in un torrente di inconcludenza;
Simonetta, aspetta,
l'identità vigliacca
di chi negò ai tuoi respiri
il diritto di urlare al mondo
la bellezza e il gusto dei tuoi anni,
ha deciso di restare ancora sdraiata,
in un complice cono d'ombra
via Poma luccica come prima,
più di prima,
il tuo sangue si è dileguato,
nelle stanze di oblio assassino,
di una memoria che non regala nomi
da consegnare a una giustizia vera;
per quanto tempo,
la statua indemolibile dei dolori,
troneggiare dovrà ancora,
nel cuore dilaniato dei tuoi genitori,
ah, se un modo esistesse,
di liberare dall'impenetrabilità del silenzio,
la voce di Dio,
il tuo carnefice avrebbe ora
la maledizione di un volto definito.
La pellicola, ora,
è ancora interamente da girare,
inestirpabile viaggio di un dramma,
che mai si riuscirà ad attenuare.
E all'orizzonte la luce attende,
di un'innocente creatura di vent'anni appena,
di sapere chi incenerì
l'immagine di una gioventù
desiderosa di inventarsi domani.

 

6
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 30/04/2012 08:41
    Ed è una morte ancor più crudele... perchè emessa da la pietrificazione di un cuore...
    Ed è una piaga ancor più "di rosso vivo"... per la famiglia e per quanti hanno amato la povera Simonetta...
    E in quanto a Te Cristiano... un plauso sincero...
  • Rossana Russo il 30/04/2012 08:23
    Tristemente stupenda una storia vera trasforamata in pura e vera poesia

3 commenti:

  • - Giama - il 01/05/2012 09:42
    un tema toccante e da te affrontato con la solita "maturità" e con estrema delicatezza!
    complimenti Cristiano!
    un caro saluto!
    giacomo
  • Anonimo il 30/04/2012 09:47
    Dedica molto sentita e vera.

    Bravo Cristiano
  • cristiano comelli il 30/04/2012 00:47
    Devo, riguardo a quanto ho qui proposto, fare una precisazione. Lungi da me il volermi accanire contro il tribunale che ha emesso la sentenza di assoluzione per Raniero Busco, l'ex fidanzato di Simonetta che, in primo grado, era stato riconosciuto colpevole. Ci sono stati sicuramente, da parte dei magistrati, riscontri approfonditi e studiati che non hanno condotto a un esito superficiale. Quello che qui volevo evidenziare era però che prosegue, a questo punto sempre più lacerante, il dramma della famiglia Cesaroni, così come sta proseguendo, purtroppo, quello della famiglia Orlandi per la scomparsa di Emanuela. Chi risponde al dramma di queste persone? E per quanto tempo le famiglie dovranno seguitare a non sapere che fine hanno fatto i loro cari, le loro care? Se solo si potesse udire la voce di Dio per scoprire il segreto di tanta barbarie e, soprattutto, dare un volto definito ai bastardi che ol'hanno commessa... Altro non posso dire; Simonetta, riposa in pace, e che almeno di là tu possa avere quella felicità che qualche maledetto qui ti ha voluto negare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0