accedi   |   crea nuovo account

E quando

E quando..
Quando tutto intorno si disegnava con la scarsa punta
di una matita, stavo piccolo con occhi grandi, ad osservare
visi rigati su bianchi fogli mai colorati.

E poco più in là, ad un niente, quando muovevo un passo
per capire il perchè, del perchè di pennarelli soffocati
da astucci sempre chiusi, uno schiaffo improvviso
ribaltava il mio sguardo, e in un lampo di paura là..
Il gioco dei colori mi prendeva per mano
portandomi via, via..
E quando poi..

Allindomani tornavo, tutto era come il giorno prima,
i quadri parlavano da soli, le tele sempre là appese
sospese.. e poi ad un battito sul quel banco un branco
di pagine indefinite tutte là una sopra l'altra, unite
disperse in capitoli senza fine, ed io li capivo che..
che dovevo giocare con i tempi giusti, e ogni volta
col passar del tempo tutto mi era più chiaro, e non volevo
perdere nessuna alba nessun tramonto, perchè là su quei muri
dipinti da mani senza dita sapevo di poter crescere di capire
un domani prima ancora di vedere il suo colore.
E quando..

Quando sul sentiero solo mi fermavo con intorno alberi
senza rami, col tempo che prometteva niente di buono,
stavo seduto su quella panchina là che è ancora là,
ed io con occhi ormai bagnati da gocce e schizzi di un
perchè volato via, sentivo solo il leggero rumore di
foglie e fogli, mentre il cielo sopra di me mi baciava,
e là rimanevo fermo addormentandomi per poi svegliandomi
abbracciato con tutti i colori dell'arcobaleno.
E quando.. penso..

Così come questa notte, penso che.. ci sarà un'altra
notte per definire tutti i colori, e quando verrà..
non cambierò nessun passo, starò li con occhi grandi
come un bimbo curioso ad osservare..
Il Gioco dei colori.

 

8
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Teresa Tripodi il 30/04/2012 09:43
    Cosa spinge a ricercare i colori, l'arcobaleno di movenze di una vita i suoi perchè è stato ed adesso cos'è??? Colora un cielo di notte, la notte cosa rappresenta un sussegiursi di luci? un voler cercare la luce? Amico mio carissimo, leggo tante di quelle metafore riga dopo riga che mi lasciano delle domande a cui non cerco risposta ma soltanto ok Bravo Denny... ti abbraccio
  • Vincenzo Capitanucci il 30/04/2012 07:48
    Il gioco dei colori... mi prendeva per mano... portandomi nella via... dove splendono gli arcobaleni... ed io sarò là come un bambino a contemplare il sorriso del mio viso...

    Splendida Denny...

8 commenti:

  • tylith il 25/05/2012 00:10
    Questa meravigliosa poesia ha deciso che mi rimarrà nell'anima e quando saprò disegnare anch'io i muri che formano il mio Io con mani senza dita, allora forse potrò dire: "ho capito quello che Denny cercava di dire"; fino a quel momento userò le dita ma così facendo so che impedisco ai Colori di giocare fino in fondo.
  • augusto villa il 03/05/2012 23:11
    Molto bella... Ha tutta l'aria di essere buona anche come canzone... Bravo, Denny!!!... -------------
  • stella luce il 01/05/2012 22:36
    la voglia ogni giorno di colorare i nostri giorni... versi molto malinconici e tuoi... gioia di volere colorare una vita ma paura e timore nel poterlo fare...
  • - Giama - il 30/04/2012 09:28
    OTTIMA POESIA!
    Un meraviglioso percorrere la vita senza mai perdere il senso più naturale di ogni cammino e senza abbandonare la sincerità di uno sguardo bambino, spinto dalla curiosità di un cuore candido.

    Complimenti Denny!

    Ciao ciao
  • Anonimo il 30/04/2012 09:27
    Non so cosa dirti Denny... so solo che questa tua, mi ha emozionata... un nodo alla gola.
    "... non cambierò nessun passo, starò li con occhi grandi
    come un bimbo curioso ad osservare..
    Il Gioco dei colori."

    Tra le tue più belle, stupenda.



  • karen tognini il 30/04/2012 09:16
    Fantastica Denny.. un mondo di colori... in versi meravigliosamente dipinti da grande mano d'artista... mentre il cielo sopra di me mi baciava,
    e là rimanevo fermo addormentandomi per poi svegliandomi
    abbracciato con tutti i colori dell'arcobaleno.
    E quando.. penso..

    Cosi come questa notte, penso che.. ci sarà un'altra
    notte per definire tutti i colori, e quando verrà..

    Tra le Tue più belle...
  • Anonimo il 30/04/2012 08:21
    La curiosità e la capacità di stupirsi di questo gioco di luci e ombre, di colori, di senso e di non senso, di cose nascoste a noi chiare e ad altri no, di condizionamenti da parte di chi pensa d'aver compreso tutto. Tutto questo è luce ed ombra che ci arricchisce, proprio per la nostra capacità di andare oltre, di stupirci.
    Bravissimo Denny, come sempre!
  • Anonimo il 30/04/2012 06:55
    rifufirsi tra disegni in un mondo colorato... per sfuggire al grigiore quotidiano... ai rami secchi degli alberi volado via... per poi vedere fogle verdi e rigogliose... come in un sogno, per poi svegliarmi abbracciato all'arcobaleno... un'anima bella la tua red piena di colori che non si sposano al grigiore di tutti i giorni... amico mio unico sempre grande complimenti un bacio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0