PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Incompresa solitudine

Sono solo.
Posizione fetale in attesa.

T‘invoco dolce sposa, candida incomprensione,
prova immacolata d’esistenza materiale;
muta compagna vieni
a smarrire l’ego mio più fragile

L’amniotico presente affoga
Tutto ciò che sono
mentre vivo d’echi e attesa
di un risveglio lusinghiero

Giungerà me stesso e la vita.
Al di là di ciò che sono
gli altri,
cannibali di me,
attendono carne e vagiti.

Ma non mi fermerò,
non più in questa vita.
Mai più mani tese,
pensieri al miele per chi tradisce:
soltanto il vuoto a chi mi lascia

Sorella incomprensione
Dolcemente culla i miei silenzi.
Muta compagna triste, dimmi:
anche se mi sforzo
chi se ne accorge?

Mentre dormo
sogno
di nascere.

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 02/11/2016 05:37
    molto bella... complimenti.

4 commenti:

  • Patrizia Cremona il 23/09/2016 22:43
    La solitudine sostiene la voce del nostro destino, spesso va compresa, ci segue anche l'incomprensione...
    non si respinge, comprende il vuoto del silenzio
  • augusto villa il 10/09/2007 15:47
    Bella, elegante... Sensazioni provate, che conosco...
  • sara rota il 22/06/2007 10:52
    Leggo la paura di affrontare la vita, ma soprattutto l'infelicità che ti circonda... Coraggio, il mondo non è fatto solo di cattivi...
  • Stella La Rosa il 22/06/2007 09:15
    Malinconica ma scritta bene.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0