PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Solo un giro

vieni a fare un giro
nella perdizione

non mi reggo in piedi
e la casa è lontana

porta con te l'essenziale:
scarpe adatte a sedurre e a camminare

siamo al capolinea
e se fosse l'ultima
via d'uscita
svelta emozione
?

scuciti la bocca
lacerato l'imene

vedo vampe sui tetti
dell'innocenza

strade su strade
in essenza solitaria

abbandona il superfluo:
lo sguardo sognato, lo sguardo già perso

ecco, l'ultima pista
la volevi selvaggia
la voce-
perenne adolescenza
?

mai più candida
urla: la volevi più saggia?

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • tylith il 22/08/2012 11:28
    Forse è concesso solo un giro nella perdizione, ma essa non vuole la saggezza stanne certo! Si entra, ci si perde, ci si spoglia, ci si riveste, ma quelle scarpe comode forse fanno male, ma era quello che volevi e quindi niente saggezza solo forti emozioni, solo estremo piacere.

1 commenti:

  • augusto villa il 02/10/2012 09:54
    Molto bella e ben scritta.
    Seducente e cruda,.. come la vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0