PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiaba d'amore

Lei dormiva così, sul fianco,
in un muto lamento
dentro al buio
dentro al freddo
che le gelavano i ricordi

lui arrivava nello stesso buio
ingordo di speranza,
raccoglieva frammenti
di memoria, ed era in bilico
sugli argini d'un cuore

lei si destava,
mentre la luna colorava
di miele il suo volto,
i suoi occhi erano spenti
come fiori senza petali
o calde estati senza tramonto

lui le appariva
nell'imbrunire d'un'eco
ch'era il bel pianto d'un lupo,
ed era subito magia,
la terra infine
si ricongiungeva col mare,
il cielo riabbracciava
la linea del suo tramonto

e lei baciava lui,
si dissetavano d'amore
mentre i loro cuori
non ascoltavano più ragioni,
mentre la nera eclissi
liberava già tutte le stelle,
s'amavano nel bosco
e su di loro
vigilavano attenti
gli occhi d'un indiscreto gufo.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Marco Belsette il 01/05/2012 23:41
    grazie...
  • stella luce il 01/05/2012 22:56
    Bellissima fiaba Poeta...
  • Anonimo il 01/05/2012 19:40
    Molto, molto bella. È quasi magica. Complimenti davvero!
  • Anonimo il 01/05/2012 11:45
    E meno male che ci stanno gli occhi di questo gufo indiscreto a vigilare su questa bellissima favola! ***** Franco
  • Paola B. R. il 30/04/2012 23:12
    Bella, adoro le fiabe come questa!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0