PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Disponibilità a 360gradi centigradi

Oggi l'irrispettosa falce
è
tornata nelle mani medievali
di brucianti padroni martellanti

mietono salari sacrifici e ore
si fanno festa dei lavoratori

 

9
9 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/05/2012 10:52
    Un laudo sincero e dovuto per questa sublime.
  • Anonimo il 01/05/2012 10:51
    Siamo tornati indietro col beneplacito di tutti, dalla chiesa alla politica, dagli industriali al sindacato e chi più ne ha più ne metta.
    Il lavoratore? Un oggetto da usare e da buttare, senza più alcuna dignità.
    La dignità sta oramai solo nella finanza. Del resto "pecunia non olet" dicevano i romani, ma il lavoratore sì... tranne quando bisogna spremerlo per pagare le tasse anche per chi non le paga!
    Bravissimo Vincé!
  • Rocco Michele LETTINI il 01/05/2012 10:21
    E cosa potrò mai ridire...
    BRA_VIS_SI_MO... per questo 1° Maggio di sudor...
    E di dolor pei tanti che stentano a saggiar lo lavorooo!!!
    VINCENZO

9 commenti:

  • augusto villa il 05/05/2012 15:08
    Beh... potremmo sempre spassarcela...
    organizzando una "Pesca... alla trota!!!".. ad esempio.
  • augusto villa il 05/05/2012 15:03
    ... ma un dì... ingordi e sciocchi... mangeran le fette... che ci misero sugli occhi...
    Che Dio li fotta!!!
    Irrispettosa falce... Evvai, Vincenzoooo!!! ----------
  • Anonimo il 01/05/2012 23:30
    Eh, caspiterina, messaggio molto forte. Ormai davvero è la fase dell'uomo contro l'uomo.. Un saluto Vincenzo
  • loretta margherita citarei il 01/05/2012 20:51
    da quando i compagni son diventati imprenditori, non dissimili dai padroni...
  • denny red. il 01/05/2012 17:48
    È tutto fango.. quello che dice.. Monti ha salvato l'Italia, e guarda te.. Che cognome poteva avere? Casini!! Parlano sempre e fan solo disastri, questi hanno ucciso tutto, e la storia è finita, la gente muore e questi che dovrebbero essere veramente i salvatori.. No!! Non c'è più ne primo grado ne secondo grado niente di niente, sono andati troppo oltre.. oitre l'universo.. e personalmente, che Dio mi Perdoni, che vadono tutti veramente ma subito Fanculo!!! Questo è il mio abbraccio.. che cali la notte.. e il silenzio... Ottima!! Vince, e.. Scusami per questa mia invasione.. Ciaooo...!!

  • anna rita pincopallo il 01/05/2012 14:17
    bravissimo poesia apprezzata e condivisa
  • roberto caterina il 01/05/2012 12:17
    Attuale, purtroppo.. il peggio poi, come si dice, deve ancora venire..
  • Anonimo il 01/05/2012 10:11
    Più che festa dei lavoratori, oggi si fa la festa ai lavoratori!... ***** Bravo Vincè. Franco
  • karen tognini il 01/05/2012 09:58
    Bravo Vincenzo.. per ricordare il 1° Maggio... ormai ai lavoratori non resta altro che lavorare per due soldi... mietono salari sacrifici e ore
    si fanno festa dei lavoratori

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0