username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lo sfogliare di pagine

Sfoglio il tuo corpo, dicesti,
vorrei memorizzare i tuoi versi,
le rotondità dei seni
e l'incavo invitante del tuo collo.
Leggo rime colorate di pervinca
mentre reciti sonetti a bassavoce,
sullo sfondo di una spiaggia inesistente.
Mi dicesti, la notte non è buia,
se ti accendo lumi d'oro dentro agli occhi,
e cancello ombre lunghe alle pareti.
Oh, le pagine sembrano ali di aironi,
guarda il vento come sguscia dalle onde
e l'oceano diventa scuro di passione!
Le mie dita, segnalibro di una trama,
raccontano le ore del tuo tempo
nate all'alba sulla neve come stelle.

 

3
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • elide il 31/05/2012 23:37
    Una passione intrecciata d'amore, dove ogni cosa assume una dimensione magica, un mondo fantastico che riempie l'anima e la mente, non lasciando spazio alle miserie dei mortali.
    Stupenda e coinvolgente.
  • Raffaele Arena il 06/05/2012 00:01
    Delicata e appassionata. Una poesia che trasmette una grande sensualità espressiva, che solo Voi donne sapete esprimere, e tu sai scrivere. Piaciuta molto.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/05/2012 15:42
    Che fantastico e indedito diario d'amore...
    MANUELA

2 commenti:

  • Manuela Magi il 06/05/2012 11:09
    Grazie Raffaele, buona domenica
  • Manuela Magi il 01/05/2012 16:03
    Grazie Rocco, buon pomeriggio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0