PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Supplica

Ormai l'uomo ha perso ogni morale,
ripudiando dalla vita,
i suoi primari e fondamentali valori.

O Capi di Stato, invasati dall'arrivismo e dalla lussuria,
dove credete di arrivare?
cosa e dove ambite?

Tentate forse di sconcertare la natura?
O poveri schiocchi, dalla limitata mente,
la vostra brama di potere è pura follia.

È un'illusione che presto o tardi svanirà,
e con essa le vostre misere e perdute vite.

O illusi colpiti dalla cecità ,
non vi accorgete che avete la mente annebbiata?
La vita, come cavie ha scelto voi.
potenti, schiocchi, non v'accorgete,
dell'inganno che essa vi trama?

Un monito, alle vostre orecchie,
noi vi lanciamo,
affinché, sciagure, morte,
guerre e odio,
lontano da noi teniate.

O potenti, o capi di Stato,
non fate, quel fatidico passo falso,
che da sempre tentate,
per arrivare in cima alla piramide,
per godere una illusoria e momentanea ebbrezza di potenza.

Fermatevi, prima di giungere all'apice della società,
che con la sua corruzione e falsi miti,
annienterà i sogni utopistici,
di voi poveri illusi e limitati mortali.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0