accedi   |   crea nuovo account

Lapislazzuli

Abituati a fare lunghi viaggi
portiamo solo lo stretto
indispensabile
perché
è
poi
inutile
appesantirsi

Così di fronte alle morti che incominciano
a diventare molteplici intorno a noi
vorremmo ricordare solo
l'essenziale quando
non un vero
dolore ci
prende
ma
i
ma
perduti dietro
le quinte di un tempo
lontano molto - quando ci
apparivano dense di affetto cose
e persone che non sono più ora così
irrinunciabili poi che le emozioni hanno
la loro storia trascorsa andata, passata e i
luoghi restituiscono pensieri gelosi
quasi rari - da usare con molta
parsimonia via via
che il presente
varrà sempre
meno
e
come
moneta svalutata
cercherà rifugio nelle miniere
di lapislazzuli e nell'oro di giovani
pirati con cui sorridere un attimo prima
d'essere tristi e in cerca di colori sognati..

 

8
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/05/2012 20:30
    visivamente bella! A forma di clessidre... davvero alta, lirica, e di profondo significato!
  • senzamaninbicicletta il 05/05/2012 16:58
    una riflessione dovuta e profonda, ottimi i pemsieri profondi che ne formano i versi. la chiusa è semplicemente magnifica. complimenti

6 commenti:

  • Francesca La Torre il 07/06/2012 08:03
    Piaciuta molto, molto sentita e ben scritta. Con il tempo piano, piano si ricorderanno le persone amate solo per quello che ci hanno donato, nel bene e nel male, saremo anche in grado di giudicarle, ma questo significa solo che resteranno sempre dentro di noi.
  • Inchiappa Vito I Song il 05/05/2012 07:36
    Da riflettere. Quanto la superficilità stima la "leggerezza dell'essere"?
    Bravo, ottima stesura, scorrevole ed intensa
  • Anonimo il 04/05/2012 16:30
    Poesia originalissima per la forma e contenuto molto profondo e condiviso.
  • karen tognini il 04/05/2012 12:42
    Bellissima poesia Roberto.. cade propio a fagiolo... propio stanotte è morto il papa' di un mio carissimo amico.. beh naturalmente di cosa abbiamo parlato stamani?... della vita.. di come era lui.. degli affetti... di come vivere la vita in ogni sua essenza...
    ogni morte ci lascia sempre più consapevoli di quanto è breve l'esistenza... e di quanto sono importanti i veri affetti... Così di fronte alle morti che incominciano
    a diventare molteplici intorno a noi
    vorremmo ricordare solo
    l'essenziale quando
    non un vero
    dolore ci
    prende
    ma
    i
    ma
    perduti dietro
    le quinte di un tempo
  • Anonimo il 04/05/2012 12:38
    Molto bella ed apprezzata per i concetti espressi, per la forma ed il contenuto estetico. Complimenti!
  • Don Pompeo Mongiello il 04/05/2012 12:32
    Veramente molto apprezzata e piaciuta questa tua eccezionale!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0