username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Goccia di felicità

Spento nel silenzio della mente
giace un io che più non vedo.
Non un rumore disturba un supplizio
che ancora non trova soluzione,
che ancora non si placa,
portandomi la pace.

Una goccia odo in lontananza,
in un luogo imprecisato di quel mio vecchio mondo.
Sono legato a quel suono da un attimo di smarrimento;
il dolore si placa e la solitudine scompare.

È un solo momento,
ma è un momento di pace.
Me ne nutro e da esso trovo la quiete.
L'attimo si dilata, e diventa eterno,
capace in un solo battito,
di ricondurmi al mio vecchio
caro mondo.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anna Eustacchi il 05/05/2012 16:31
    ... Trovare la pace nel profondo di noi stessi... e placare il dolore..è respirare il nostro attimo d'Eternità... mi è piaciuta tanto, esprima profonda sensibilità, bravissimo, ciao Anna.
  • Rocco Michele LETTINI il 05/05/2012 15:48
    Una Tua malinconica poesia... avveduta nel messaggio traboccante di sincerità e voglia di riscatto...
    BRAVO GIOVANNI
  • Anonimo il 05/05/2012 15:31
    mi piace molto il passaggio che il momento di pace ti nutre e tu ne trovi la quiete... molto significativo! bello!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0