PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Compenetrazione continua

Come sorridi
con gli occhi
che il tuo cuore
te l'illumina.

E felice convivi
con la follia del divenire
in tempi devastati
da stress che portano
al martirio di uomini
e donne inadeguate
se non allenate
alla pace interiore.

E non basta,
davanti avatar
e esseri alieni.

Come piangi
per gioia e amore
e serenità.

Che condividi
con gli amici e
con chi non conosci
ma ti stima.

Il nulla nel tutto
e il tutto nel nulla
come ogni cosa
compenetrata
cellula viva
e degenerata
in malattia.

E non è una ruota
e non è una sfera
è la compenetrazione continua
è l'energia che ci fa schiavi
e ci rende illusi, liberi.

Dal finito all'infinito e ritorno
e il suo opposto mistico e indefinibile.

E questo dolore insopportabile
che il troppo sentire
porta spesso
a voler esser sordi
e stolti complici.

 

5
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 06/05/2012 18:36
    molto originale bravo
  • Anonimo il 06/05/2012 10:05
    Bella e intensa dedica. Ben scritta!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0