username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La voce del silenzio

Quanto è inutile
questo splendido giorno di sole...
sono immerso nel mare plumbeo e freddo
delle mie sensazioni,
gelano sopite le membra

mi sono perso nel riflesso
di uno specchio, non mi riconosco
m'assale il solito tarlo
-bastardo-
e corro a perdifiato
sull'interminabile sentiero del dubbio

urla e s'arrovella la mente
graffiata dal dolore,
s'affanna e fruga nelle tasche
ma non trova niente,
solo qualche addio
e quei pochi resti d'innocenza

non so capirmi,
lo ripete all'infinito l'eco che ho dentro,
cerco risposte senza far domande
e nel bel canto
del tempo che passa mi parla solo
la voce del silenzio.

 

6
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/01/2014 02:38
    Piaciuta, complimenti.
  • GIUSEPPE il 06/05/2012 12:20
    Nel silenzio l'uomo sensibile ritrova se stesso, nelle sue gioie ed emozioni, paure ed angosce. Noi non fummo fatti per vivere nel silenzio, ma il silenzio ci riporta alle origini facendoci diventare parte della natura che ci circonda; anche nel silenzio non siamo soli, in esso coltiviamo quella speranza di vita che trabocca dal nostro corpo senza parlare ma che è percepita dall'altro, attento e sensibile, in una sintonia di menti. Belle parole Marco.
  • Vilma il 06/05/2012 11:08
    Riflessione molto profonda, dove è facile ritrovarsi in certi momenti della vita. Un tema a me caro, il silenzio... la solitudine, momenti in cui ci si perde riflettendo, e a volte cercando se stessi... Poesia molto apprezzata per forma e contenuto... direi proprio bella
  • Anonimo il 06/05/2012 09:12
    veli di ineffabile malinconia...
    molto bella e profonda... versi intensi e armoniosi...
    Complimenti piaciuta molto!!!

6 commenti:

  • Francesca La Torre il 04/10/2012 12:14
    Bella e profonda, io la comprendo benissimo: i pensieri, possono essere un tarlo che corrode e fa morire.
  • stella luce il 09/05/2012 16:24
    Marco questi versi sono sentiti e vissuti... alle volte serve il silenzio per capire il nostro essere... ma quando fa male perchè alle volte porta a non capire, a ricordi difficili e... come tu scrivi...
    mi sono perso nel riflesso
    di uno specchio, non mi riconosco
    m'assale il solito tarlo
    -bastardo-
    e corro a perdifiato
    sull'interminabile sentiero del dubbio
  • Elisabetta Fabrini il 06/05/2012 18:52
    Nel silenzio ci sono tutte le risposte che vuoi... basta saper ascoltare quelle giuste.
    Bellissima poesia, bravo Marco!
  • loretta margherita citarei il 06/05/2012 18:41
    molto bella complimenti
  • karen tognini il 06/05/2012 12:30
    Troverai la tua felicita'.. sei sensibile... e i cuori come il tuo non rimangono mai soli... non so capirmi,
    lo ripete all'infinito l'eco che ho dentro,
    cerco risposte senza far domande
    e nel bel canto
    del tempo che passa mi parla solo
    la voce del silenzio.
  • Anonimo il 06/05/2012 10:21
    Versi molto intensi. Mi ha colpito la chiusa che racchiude il tutto.

    ".. e nel bel canto
    del tempo che passa mi parla solo
    la voce del silenzio..."

    Molto bella e profonda.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0