accedi   |   crea nuovo account

Danza delle dodici note

Vedo lo scandir del tempo passar davanti agli occhi,
danzar tra vita e morte.
D'essempio sia il sordo, suono dei suoi tocchi,
l'un che rincorre l'altra.
Penso, che possa ahimè servita com per sorte,
mentre il destin lo tocca lungo la via maestra.
Dodici son i rintocchi, che'l ciel in esso chiude
Ad ora ad ora muove,
il sole con la luna, che passan in un lampo,
danzan di triste nuove,
senza dar via di scampo.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Andrea Pezzotta il 06/05/2012 18:00
    Meravigliosa composizione, ricca di spontaneita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0