PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Né amici, né amanti

Tu vivi l'oggi credendo sia ieri,
parti per altri mari
ma ormeggi sempre
negli stessi porti

nutri le assordanti eco dei pensieri
nella desolata valle
dei miei ricordi

continui a versare aceto e sale
su ferite ancora aperte,
ad evocare
immagini storpiate
che lo specchio della mente
ormai rifiuta e più riflette

cosa possiamo
essere noi adesso...

per nulla amici e neppure amanti,
solo altra pazzia
portata al suo eccesso
da dare in pasto ad anime
ancora così urlanti.

 

5
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • elisabetta il 22/09/2012 23:39
    Intensa e vera. C' è sempre un momento in cui si è nel limbo con certe persone. Bravo!!

4 commenti:

  • stella luce il 09/05/2012 16:15
    quando l'amore inizia a far male non si può essere ne amici ne amanti... per tutto vi è una fine e quando essa arriva se provoca dolore ed incomprensioni non resta altro che conservare nel cuore quello che di buono quell'amore ci ha portato... anche se se è stato vero amore credo che col tempo l'amicizia possa tornare...
  • tylith il 08/05/2012 10:14
    Magari l'uomo potrebbe non parlarne più, come suggerisce Chira, ma qui è il poeta che parla per lui ed esprime tutto il suo rammarico prendendo atto di quella che è la realtà. Mi è piaciuto questo poetare, le immagini che hai usato sono vive, mi è piaciuta in particolare quella in cui parli di:
    immagini storpiate
    che lo specchio della mente
    ormai rifiuta e più riflette.
    Bravo!
  • Alessandro il 08/05/2012 00:16
    Una storia di pazzia, priva di equilibrio, portata avanti in una sfrenata autodistruzione. Piaciuta
  • Anonimo il 07/05/2012 19:08
    Quando ci si allontana in amore non credo si possa restare amici, magari nemici no ma... entrano altre valenze ed è meglio "azzittirsi" per non continuare a buttare aceto e sale sulle inevitabili ferite, come tu dici benissimo. Bella bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0