PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il muro di pelle

Ho chiesto di te
senza mostrarmi
un bisbiglio
assurdo
nella notte che verrà
un ricordo
acceso
un solo istante.
Ti perderò
senza cercarti
ti guarderò
senza trovarti.
Alieno dolore
nelle mie vene
la mente cancella
come carta assorbente
resterò solo
nel mio muro di pelle.

 

4
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 12/05/2012 14:33
    Piaciuta molto,è bravo a scrivere sa?! Continuerò a leggerla appena posso!
  • Alessandro il 09/05/2012 00:25
    Il dolore che annebbia la mente, rendendoci un involucro, un muro di pelle impenetrabile. Originale
  • Anonimo il 08/05/2012 23:07
    Quel senso di vuoto che ti prende quando il tuo desiderio di dare amore a qualcuno non ha più un oggetto, l'hai perduto, irreversibilmente.. E si resta involucro, bozzolo privo di tutto.. Bravo Edmond, come sempre
  • Carlo Diana il 08/05/2012 21:15
    bella. Nel dolore è la pienezza delle cose. Unico luogo in cui possederle
  • Anonimo il 08/05/2012 12:51
    E se magari ti mostrassi?! in amore si deve rischiare... versi bellisssssssimi!
  • Donato Delfin8 il 08/05/2012 11:49
    Notevole! ottime immagini.
    Intensa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0