PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La non esistenza di un'esistenza

Chiusa in questa parte di spazio
alzata metri da terra,
mi comprimo fino all'estremo
considerando le mie libertà.
Vivo e muoio di invisibilità.
Illuminarmi non so
dei miei amori più cechi;
sprofondo nella più cruda demenza
mi privo di tutte beltà.
Vita che muore
in squarci di sangue più lunghi
di eterna dolcezza,
si tinge di rosso la mia umanità.
Cemento da me incarnato
proteggi il corpo da questa caduta
che libera il cuore dalle sue falsità.
Sappi che il mondo non è così raro,
che il riso tutto compiace
nell'ingenua terra dai gesti più bui.
Importanza del luogo natio,
dolore nell'ansia di crescita,
svanisce da me l'orgoglio
del tempo di un'umana sorte.
Vagare nel nostro misero scempio
di mura di vetro e fragilità,
tagliando ferite con aspra menzogna.
Mi duole la vita com'è stata folta
da angosce e dolori,
si riflette lo specchio
guardandomi dentro non so se lo merito
ma la nota più grave risuona:
"non esisti per tutti".

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Fabio Mancini il 18/07/2012 22:36
    Il tuo scritto ha colpito la sensibilità maschile! Un caso? Non credo. Il "non essere" è soprattutto un atteggiamento interiore, mentre l'invisibilità è un fenomeno sociale che riguarda molti. Penso che nel tuo caso si tratti di solitudine, curabile con tanto Amore e premura. Non preoccuparti, sei guaribile, però in avvenire davanti a simili dolori, pensa alla Croce, ti aiuterà. Un sorriso gentile, Fabio.
  • Anonimo il 08/05/2012 13:27
    versi davvero profondi, sei sicuramente una persona molto molto sensibile. complimenti!
  • Anonimo il 08/05/2012 13:22
    Introspezione e incomunicabilità. Temi cari a Michelangelo... ***** Franco
  • Anonimo il 08/05/2012 12:27
    Versi molto toccanti... la non esistenza e l'invisibilità, il dolore che ne deriva... bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0