accedi   |   crea nuovo account

Ero fiore di campo

Ero fiore di campo.
Non ero rosa né tulipano
curati in villa
o nel grande parco.

Non ero ortica
né gramigna invasiva.
Amavo il cielo
sopra la mia testa.

In quel prato vivevo
con altri fiori
vestiti di colori
che mi riempivano gli occhi.

Non ero astuto
e non sceglievo mai
ma lasciavo agli altri
di scegliere per me.

Così mi hai colto
con i sogni ancora verdi
ed io non ti fermai
né dissi niente...

Oggi mi manca l'aria
nella mia casa di porcellana
mi manca il verde del mio prato
e il vociare allegro delle api!

Vorrei sentire ancora
dell'azzurro del cielo
sopra la mia testa
il lieve peso...

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/10/2012 12:41
    ... d'una delicatezza che ricorda
    proprio quella di una rosa
    complimenti...
  • Rocco Michele LETTINI il 08/05/2012 16:51
    Eri un fiore di campo... più splendente... più denso di profumo... più bello a vedersi... perchè non trattato... perchè naturaleee!!!
    Questo evinco dalle Tue lodevoli quartine e dal Tuo sentimento colmo di chiarezza e di sincero...
    PATRIZIA

3 commenti:

  • augusta il 17/09/2012 15:00
    molto bella i miei complimenti
  • Alessandro il 09/05/2012 00:53
    Belle immagini, un fiore colto e strappato al suo ambiente, che ora si sente soffocare. Davvero carina
  • loretta margherita citarei il 08/05/2012 15:50
    se si è colti giovani accade spesso di sentirsi poi soffocati, piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0