accedi   |   crea nuovo account

1° maggio dei lavoratori

E venne il 1° Maggio
festa dei lavoratori
strade piene di gente
addobbate cu sciuri di maju
le rosse bandiere al vento.
Un prete, sul pulpito
lancia anatemi:
"Tutto quel rosso
a Dio non piace,
ama i candidi gigli".
A qualcuno che lo ascolta
viene da pensare
a tutti i morti, a tutte le stragi
che quelle nere sottane
hanno consumato in nome di Dio,
hanno ucciso Giordano Bruno
dopo averlo giudicato infedele,
stuprato bambini
adesso minacciano i lavoratori
solo perché non votano
i loro partiti
uomini indegni
di essere chiamati tali.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/05/2012 19:54
    Condivido il tuo pensiero. "Non ho nulla contro Dio, è il suo fan club che mi spaventa."

1 commenti:

  • loretta margherita citarei il 08/05/2012 21:27
    la chiesa è dimentica dell'insegnamento divino del vangelo-date a cesare ciò che è di cesare, a dio ciò che è di dio, ma loro pensano solo a cesare

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0