accedi   |   crea nuovo account

P a c e

È il momento di agire
tra la vita e il morire
nella notte che canta
e il giorno, sotto il sole
e le nuvole, pioggia,
e il sole e insomma!!!

Caldo forte col sole malato
e nuvole nere, piogge in agguato.

Macchine del tempo create,
tecnologie militari, fuori controllo
distruggono
il nostro essere tutto nel tutto.

Che possiate incepparvi, spente!!!

Possiate esser disintegrate
da entità che mandano
la vibrazione del do basso di P A C E.


Che QUESTO SUONO contiene

tutti gli esseri, e UOMINI, ANIMALI, VEGETALI

anche in umana empatia d'amore costante.


Certo, il si, continuerà, malefico
a stridere vivo, a interferire.

Ma intanto m' illudo, NEL MIRAGGIO
isolotto su magma di tragedie continue

luogo dove,

anche solo un istante,

ovunque distesi, parlando

torneremo ad amarci e abbracciarci

disinteressati e di nuovo, SERENI.

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 09/05/2012 07:36
    Mi associo alla Tua tanto decantata rabbia... sincera e veritiera...
    Poesia condivisibile...
    BRAVO RAFFAELE... CIAOOO!!!

5 commenti:

  • Anonimo il 13/05/2012 21:15
    questa è rabbia... sono con te Raf sei un grande...
  • Anonimo il 09/05/2012 18:21
    Condivido con te ogni parola Raf! Uno sfogo veritiero gridato dal cuore.
    "Possiate esser disintegrate
    da entità che mandano
    la vibrazione del do basso di P A C E.

  • Anonimo il 09/05/2012 10:52
    Un bel documento dei nostri tempi in poesia...
  • senzamaninbicicletta il 09/05/2012 08:29
    bella immagine, bel desiderio bella utopia. Bella Poesia. Complimenti
  • loretta margherita citarei il 09/05/2012 07:15
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0