accedi   |   crea nuovo account

Se solo tu mi abbracciassi forte

Spettinata
confusa
senza forze
dal buio apro lentamente
gli occhi socchiusi alla luce.

Oscilla
un lembo penzolante
nella mia mente.

-Il tuo nome-

Come un'elica frulla,
sbatte come angoscia di metallo.
Un frastuono che spacca il cervello
e la pelle dell'anima mi scortica.
Riecheggia il ricordo, assordante,
che fruga e scava ogni minimo spiraglio
e come palla nel mio corpo rimbalza.

Urlo,
nel silenzio... senza voce.
Fitte costanti
volontà represse
sogni sprofondati nella melma.

Appoggio i piedi a terra, scalza,
lo calpesto
lo stritolo
ma è sempre lì, il tuo nome
che dondola dolorante.

Mi siedo in attesa che tutto passi...
a fatica alzo lo sguardo.
L'ennesimo risveglio dove tutto è diverso,
ma nel mio cuore nulla è cambiato

Tutto si dissolverebbe
se solo tu
mi abbracciassi forte.

 

l'autore Vilma ha riportato queste note sull'opera

una mia vecchia poesia scritta circa un anno fa


11
12 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • nicola cannone il 14/05/2012 19:33
    Mi piace la sensibilità espressa in questa tua poesia. Quando avviene una separazione, anche il mondo perde i suoi colori, l'assenza è un tarlo che non da tregua, talvolta tenti di rifugiarti nel sonno, ma il risveglio sempre ti riporta la triste realtà ... forse, a volte basterebbe soltanto un abbraccio a disperdere l'oblio, un abbraccio stretto e tutto tornerebbe a germogliare... i miei più sinceri complimenti per questa tua.
  • Raffaele Arena il 12/05/2012 02:15
    L'abbandono di una persona a te cara espresso in modo molto chiaro. Che l'eggerla trasmette l'emozione della sofferenza dovuta all'assenza di qualcuno. Ben scritta.
  • senzamaninbicicletta il 10/05/2012 11:44
    un sentimento ancora vivo che procura dolore e sofferenza "Urlo,
    nel silenzio... senza voce. Fitte costanti volontà represse sogni sprofondati nella melma" davvero il peggio di ciò che accade quando un amore non è ricambiato. In questi casi un abbraccio può essere un rimedio peggiore del male e che ne riapre ferite quasi rimarginate. Il linguaggio pulito e l'eleganza dei versi rende la poesia molto bella, molto triste. Brava Vilma
  • Rocco Michele LETTINI il 10/05/2012 10:27
    Vecchia in data... ma esemplare e mirabile nel verseggio...
    In una chiusa di "sincero"... tutto il Tuo sentimentale...
  • Anonimo il 10/05/2012 10:26
    parte semplice epoi si complica... si avviluppa... come un gioco adico, che se ho ben capito è pure il tema di questa tua, davvero attanagliante!
  • Rossana Russo il 10/05/2012 10:25
    Stupenda anche questa tua *_* complimenti

12 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 10/05/2012 20:50
    Piena di dolore malinconica.. Il solo desiderio di eliminare tutto con un abbraccio.. Molto piaciuta!
  • Anonimo il 10/05/2012 15:58
    Bella. È il sentimento che, seppure doloroso, non si vuole arrendere alla realtà. Ma, un abbraccio veloce potrebbe essere un rimedio ancora peggiore. ciao
  • stella luce il 10/05/2012 14:23
    Vilma versi profondamente sentiti... spesso un semplice abbraccio ci comunica più di mille parole... bellissima
  • Anonimo il 10/05/2012 10:59
    Bellissima, mi emoziona molto. La chiusa è un incanto.
  • Vincenza il 10/05/2012 10:28
    Il sentimento d'amore è forse la nave più bella ma meno sicura che esista al mondo. Ci trasporta da tutte le parti ci coccola, ci illude, ci magnifica ma...è sempre pronta a farci sprofondare nell'oceano.
  • Vilma il 10/05/2012 10:26
    Ops... corretto, grazie Mauri
  • mauri huis il 10/05/2012 10:24
    Ancora brava Vilma, anche se c'è un donola dolorante da aggiustare ti fai sempre apprezzare per semplicità e sincerità. E mi fai venir voglia di scrivere a mia volta qualcosa.
    Grazie Vilma, e a presto!
  • Vilma il 10/05/2012 09:45
    la poesia è anche fantasia, non è detto che tutto ciò che si scrive sia della propria vita reale... ho scritto poesie sullo stalking, sulla dialisi in prima persona ma io sto bene ... oggi scrivo di tristezza, domani sull'amore...
    Sono semplicemente trasposizioni per fare poesia...

    il fatto che abbia specificato di averla scritta un anno fa era semplicemente per dire che era una mia vecchia poesia...
  • Anonimo il 10/05/2012 09:43
    Anche questa è molto bella...
  • Valentina Corbani il 10/05/2012 09:37
    Credo sia proprio così: che tutto si risolverebbe se ci si abbracciasse forte. Complimenti!
  • karen tognini il 10/05/2012 09:23
    una bella poesia Vilma... quando ormai gli abbracci non arrivano forse è il tempo di voltare pagina... l'amore non si supplica quando si e' amati tutto viene naturalmente...
    dato che è passato un anno... adesso sicuramente stai bene...
    bella!!!!!!!!
  • Anonimo il 10/05/2012 09:16
    Però, bella, anzi, molto bella! Piacevolmente sorpreso, Vilma, my compliments

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0