username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Qualcosa di me

Non sono qua per dimostrare
chissà che cosa;
quel che m'interessa veramente
non lo vado a dire in giro.
Mai.

Non sono un poeta,
e nemmeno un cantante.
Sono solo un inquieto
che non si è ancora stancato
di guardarsi attorno.
Uno dei tanti, chi se ne frega.

Qualcosa di me
se proprio insisto lo trovo;
ma non vorrei mai che si sapesse troppo,
così faccio spesso l'indiano.
Che spreco di vita!
Lo dico sempre, ma senza gridare.

Oggi ho scoperto che un mio amico
se la fa con la segretaria.
No, non lo dirò alla moglie.
Quel che so lo verserò in gola
insieme ad un bicchiere di vino.
Rosso.
Di bianco non c'é niente in questa storia.
Viva l'amore,
finché c'é chi se la gode.

Qualcosa di me,
tra le ciglia s'annida l'inganno peggiore.
Mi fido sempre troppo,
per questo non plano.
Colo a picco,
come la peggiore nave.
La sorte non s'accontenta mai.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 10/05/2012 16:02
    Le tue poesie sono sempre particolari e rispecchiano la realtà nei suoi lati migliori o peggiori. ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 10/05/2012 10:48
    Un verseggiato esemplare...
    SALVATORE

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0