accedi   |   crea nuovo account

Cara Notte

Ho letto quella foglia
a dritto e a rovescio
la sua trasparenza e quel verde
ora più caro di qualsiasi
porpora

Mi chiami vento
mio parallelo invisibile
e vorrei baciarti
pensiero al caramello
e soffiare sul tuo giorno
cara Notte

La solerzia dell'attimo fa capolino
come un bimbo da sotto le coperte
e mi inebria questa fantasia
sollevando la cronica stanchezza

Passando un dito cancello quella scritta
sul vapore umido del vetro
così un dono si scorda nel momento
in cui passa da pelle
a fiato

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 19/05/2012 21:20
    La notte certe trasmissioni telepatiche miste a esperienze quotidiane e sentimenti intrinsechi, per un gioco di un destino come rovesciato (che una volta il contadino la notte dormiva e la mattina coltivava) a chi è dotato di una sensibilità quale l'autrice, fa da musa, e permette che siano composte strofe da decriptare, ma di una dolcezza e sensibilità non comuni.

2 commenti:

  • augusto villa il 16/05/2012 15:33
    "la solerzia dell'attimo"...
    Oh... Fata tarantolina!!!... Hai scritto proprio una bella poesia... Sisì!!! Complimenti...
    Quando ti deciderai a scrivere un libro? (prosa)
    Eddaiiii!!!... mica lo devi scrivere tutto in una notte... Basterebbe una paginetta al giorno... poco poco... Daiiii!!! ah già: --
  • Dolce Sorriso il 14/05/2012 22:37
    amo queste poesie... l'amore con cui le scrivi.
    Belle immagini... adora la prima e ultima strofa... grande Lauretta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0