accedi   |   crea nuovo account

Non è tempo ancora

Lame di silenzio
fendono le mie urla d'abbandono,
prendo l'anima a braccetto
e passeggio sul lungo viale
del mio tramonto

osservo le solitudini,
sono tutt'intorno,
leggono su panchine stanche
e s'alzano
i loro occhi al mio passaggio
mentre il vento
tenta di porta via anche
la mia ombra

stringo forte i miei pensieri
li annodo intorno al collo
e passo oltre,
oltrepasso quei giorni scuri
e i lunghi tunnel del dolore

rincorretemi ora
corvi neri e malasorte,
mi basta un'ala per volare
e non è tempo per me ancora
di taciturni tempi morti.

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/05/2012 21:26
    Attento osservatore de le piaghe affioranti sul viale del tramonto... firma un verseggiato encomiabile nel messaggio e nel suo pur considerevole corredo...
    Condiviso... in un sincero plausooo!!!
  • Anonimo il 11/05/2012 20:31
    Parli d'abbandono, di solitudine dell'anima, consapevole di un tramonto che si avvicina, per te come per gli altri. Ci sono spettatori stanchi e rassegnati intorno a te ma tu tiri dritto con fierezza, facendoti coraggio e rifiutando quella rassegnazione al dolore e all'inesorabilità del fato, ricordando che ti basta un'ala per volare, e quel tempo che per gli altri ha segnato il declino, per te giustamente non è ancora venuto.
    Saggia, coraggiosa intima riflessione. Ben scritta!

3 commenti:

  • Anonimo il 15/05/2012 11:08
    bella tutta ma l'ultimo verso porta una nota di speranza... si vola anche con un'ala sola... ti aspettano meravigliosi voli pindarici...!!!!!!!!!!!!
  • stella luce il 14/05/2012 23:23
    non è ancora tempo... per abbandonarsi al dolore... bravo Poeta
  • Vilma il 12/05/2012 13:46
    versi molto apprezzati, intima riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0