username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Inquieta quiete

Su un letto d'aghi e mimose
riduco in origami la vita

Lontano è il profumo dei mandorli
e sbiaditi i fiori del croco

Affondano a gara i sogni
nel guscio vuoto del tempo

Ma dorme il sonno del ribelle
la mia anima visionaria

Stringo in una mano i raggi del sole,
ordito e trama per l'alba del cuore

Fuori attende l'azzurro!

Lo tenterò con timida danza
e fiori d'autunno tra i capelli.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 13/05/2012 11:28
    Voglia di vivere. ***** Franco
  • Pasquale Bufano il 12/05/2012 23:15
    Andiamo a conquistare l'azzurro, fonte di vita immensa. Ciao Luigia.